Il progetto di Villa Zoe parte dal concetto di semplicità

Un chiaro solido bianco si radica nella terra e da essa si erge

Tramite il susseguirsi di ampi spazi tripartiti di palladiana memoria si definiscono intime relazioni percettivo-visive e dinamico-spaziali tra tutti gli ambienti della casa e con l’esterno.

Il corridoio, quale spazio di collegamento neutro, sparisce.
La luce avvolge la casa in un intimo abbraccio e un’asse visivo con direzione est-ovest la trapassa per portare al suo interno un pezzo di natura.

Doppia altezza, grandi vetrate superiori ed ampi spazi in essenziale sequenza, valorizzano e rendono unico l’abitare interno. Infine, il giardino, ‘patio di pietra’ di evocazione romana con al centro un acero rosso, diventa l’elemento cardine del progetto nonché la componente essenziale della qualità degli spazi.

Il volume della camera superiore è caratterizzato da un’ampia apertura che si affaccia sul patio e sul paesaggio circostante.

Dettagli tecnici

Arch. Andrea Peraro

Progettista

278 m²

Superficie commerciale

256 m²

Abitazione

11 m²

Patio

11 m²

Ballatoio / Rampa esterna

87 m²

Zona giorno

72 m²

Zona notte

38 m²

Zona servizi

20 m²

Patio interno

700 m²

Superficie minima lotto

Galleria Immagini

Una nuova filosofia nel costruire

Tempi e costi certi
Prezzi competitivi
personalizzate
garantite 30 anni